SERVIZI SANITARI PIÙ FACILI PER PERSONE CON AUTISMO E RITARDO MENTALE

Strategia adottata dall’Associazione friulana ProgettoAutismo FVG, a partire dalla serie ABC Videomodelling, quest’ultima – il videomodelling, appunto – si basa su filmati che presentano il modo appropriato di mettere in atto un comportamento o precise sequenze di azioni, per raggiungere un determinato obiettivo. Si tratta, in altre parole, di un intervento che sfrutta la potenzialità dell’apprendimento osservativo delle persone con autismo e che può essere utilizzato a casa, dagli educatori e in ospedale dal personale sanitario, consistendo in una tecnica di apprendimento per imitazione (modelling). In sostanza, l’insegnamento dell’abilità avviene mediante l’esposizione ripetuta a una videoregistrazione nella quale un modello esegue correttamente e lentamente un compito costituito da una sequenza di comportamenti.
In collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Santa Maria della Misericordia di Udine, ProgettoAutismo FVG ha realizzato ora Dottore Amico, videomodelling che facilita l’accessibilità ai servizi sanitari e di primo soccorso per le persone con autismi e ritardo intellettivo, utile anche per bambini in fascia prescolare e scolare.

L’iniziativa è nata da un’idea dei genitori dell’Associazione ed è stata progettata in collaborazione con Alessia Domenighini, consulente comportamentale e responsabile delle attività della stessa ONLUS, con la consapevolezza delle numerose criticità vissute dalle persone con autismo e dalle loro famiglie nell’accesso ai servizi di base, comprese le cure ospedaliere anche di primo soccorso e gli esami di routine che costituiscono spesso un momento molto stressante e problematico.

«Il progetto – spiega Elena Bulfone,presidente di ProgettoAutismo FVG – è stato realizzato con il prezioso ausilio del personale medico e infermieristico dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine e facilitato dall’interessamento del commissario straordinario Mauro Delendi e di Federica Rolli, già coordinatrice sociosanitaria dell’Azienda Socio Sanitaria n. 4 e attuale general manager dell’Azienda Servizi alla Persona di Ferrara. Grazie poi all’importante opera di coordinamento di Roberto Cocconi, abbiamo potuto interfacciarci con numerosi reparti ospedalieri, realizzando un lavoro molto completo e sfaccettato».

Dottore Amico è strutturato in tre differenti parti: la visita dal medico di base; i trattamenti ospedalieri più comuni, quali il prelievo di sangue, l’elettrocardiogramma, l’elettroencefalogramma, la visita radiologica, l’ingessatura, la tomografia computerizzata, l’applicazione dei punti di sutura, la preparazione per un intervento, l’accesso al pronto soccorso; le visite dentistiche (visita di controllo, pulizia dei denti, cura delle carie).

Le spese di realizzazione sono state interamente a carico di ProgettoAutismo FVG e il video, per esplicita volontà dei genitori dell’Associazione, è fruibile gratuitamente nel sito della stessa e in YouTube.
«È fondamentale – sottolinea a tal proposito Bulfone – diffondere gratuitamente le buone pratiche che facilitano la vita alle famiglie e agli operatori che lavorano con persone con autismo, affinché la grave situazione di isolamento ed emarginazione possa terminare, per lasciare spazio all’accoglienza e alla vera accessibilità. La nostra Associazione si spende da anni per promuovere l’inclusione, organizzando corsi e aggiornando vari materiali, allo scopo di creare un circolo virtuoso di cui tutti possano fruire. Chi infatti riceve denaro pubblico deve, a nostro avviso, metterlo a frutto per il benessere di tutta la comunità e non solo per le persone che fruiscono dei servizi diretti offerti sul territorio». (S.B.)

progetto-autismo-fvg
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@progettoautismofvg.it.