foto miste

Ad oggi Viviautismo si occupa della sensibilizzazione sul territorio rispetto ai temi dell’autismo, di progetti di inserimento
sociale e collabora con la Fondazione Diversity Life Onlus su diversi progetti e attività a favore delle persone con disturbi
dello spettro autistico e delle loro famiglie.

L’autonomia, l’integrazione sociale e il miglioramento della qualità di vita delle persone con Autismo sono la nostra mission, realizzata con i seguenti strumenti:
– la creazione di un polo di eccellenza per la cura dell’autismo che garantisca alle famiglie terapie ed interventi efficaci ma
economicamente accessibili.
– il sostegno ai genitori con particolare attenzione alle peculiarità e all’unicità di ogni individuo, famiglia, storia personale.
– lo sviluppo di una massa più critica e consapevole del fenomeno dell’autismo e della realtà che le famiglie vivono quotidianamente.

AREA CLINICO-TERAPEUTICA

• Valutazione clinico-funzionale
• Terapia psico-educativa in sede
• Terapia psico-educativa domiciliare
• Monitoraggio (restituzione periodica alla
famiglia)
• Supervisione e rivalutazione clinica degli obiettivi del progetto

Immagine3

• Sostegno alla genitorialità
• Parent training
• Sostegno familiare (coppia, fratelli, nonni)
• Scolastiche: inserimento e affiancamento a scuola
Seguiamo un approccio multisistemico secondo le metodologie accreditate dal SINPIA, in particolare di tipo cognitivo-comportamentale e ABA

 

AREA DELLA SOCIALIZZAZIONE, INTEGRAZIONE E LUDICO-SPORTIVA
• Pizza & Bowling
• Week-end di autonomia
• Soggiorni Estivi
• Centri Estivi
• Percorsi di autonomia

Immagine pizzaebowling

AREA DELLA FORMAZIONE
• Corso di formazione base
• Corso di formazione avanzato
• Seminari e Workshop tematici
• Parent Training Individuale e/o di gruppo
• Convegni

AREA OCCUPAZIONALE E DELL’INSERIMENTO LAVORATIVO…Verso “Padova Città Sociale”

Il progetto “Padova Città Sociale” prevede percorsi per giovani adulti con autismo in realtà produttive inserite nel mercato
economico reale, finalizzati all’integrazione lavorativa con persone neurotipiche, oltre che a percorsi di vita indipendente o semiindipendente in contesti protetti.

Immagine

“Le loro sfide diventino le nostre sfide, con l’obiettivo ultimo che si veda la disabilità non un costo ma un’opportunità, un modo per creare valore”.